You are here

OMER MEIR WELLBER

Direttore

Omer Meir Wellber si è affermato come uno dei direttori principali del repertorio operistico e orchestrale di oggi. Ha diretto alcuni dei più prestigiosi ensemble del mondo, come la London Philharmonic Orchestra, la Gewandhausorchester Leipzig, la Pittsburgh Symphony Orchestra, l’Orchestre National de Lyon, la City of Birmingham Symphony Orchestra, la Staatskapelle Dresden, l’Orchestra RAI di Torino e la Tonhalle Orchestra di Zurigo.

La combinazione di energia e chiarezza e la sua capacità di evocare dettagli ricchi di colore, lo hanno portato ad essere regolarmente direttore ospite presso la Semperoper di Dresda, la Bayerischen Staatsoper di Monaco, la Fenice di Venezia e l'Israeli Opera. Richiesto in tutto il mondo, Wellber si divide costantemente tra le apparizioni internazionali come direttore d’orchestra e l’attività di promozione di progetti di integrazione musicale nel suo paese natale, l’Israele.

La stagione 2017/18 prevede il debutto di Omer Meir Wellber con la Houston Symphony Orchestra, la SWR Sinfonieorchester e la Mahler Chamber Orchestra durante un tour multi-city. Dopo il debutto tanto acclamato dalla critica del 2016, ritornerà alla guida dell’Orchestre National de Lyon e della Tonhalle Orchestra Zurich. Apparirà, inoltre, anche sul podio della Gewandhausorchester Leipzig, della City of Birmingham Symphony Orchestra, della Rundfunk-Sinfonie-Orchester Berlin, della Swedish Radio Symphony Orchestra, della WDR-Symphonieorchester e della Wroclaw Philharmonic.

Durante la stagione operistica, Wellber manterrà la sua lunga e stabile relazione sia con la Semperoper di Dresda che con la Bayerischen Staatsoper di Monaco. A Dresda dirigerà la Staatskapelle in una produzione della Salome di Strauss e dell’Eugene Onegin di Tchaikovsky, più una serie di concerti sinfonici. Alla Bayerischen Staatsoper, Wellber sarà sul podio per la prima de I Vespri Siciliani di Verdi, inoltre dirigerà la Carmen di Bizet e il Mefistofele di Boito. Dopo il debutto a Glyndebourne nel 2014, Wellber ritornerà sul podio del festival per dirigere l’anteprima di una nuova produzione della Madama Butterfly di Puccini.

Le apparizioni di Wellber nella stagione 2017/18 sono il frutto del successo ottenuto nelle stagioni precedenti con gli ingaggi presso le principali orchestre e importanti palcoscenici di tutto il mondo. Nella stagione 2016/17, il giovane direttore ha debuttato con la Rundfunk-Sinfonieorchester di Berlino, l’Orchestre National de Lyon, la Tonhalle Orchestra di Zurigo e la Sao Paolo Symphony Orchestra. Nel Novembre 2016 ha diretto la Staatskapelle di Dresda nella prima assoluta dell’Oratorio di Sofia Gubaidulina Sull’amore e sull’odio. Nel marzo 2017 ha condotto la première dell’Andrea Chernier di Giordano alla Bayerischen Staatsoper dove nel 2015 era già stato alla guida di una nuova produzione del Mefistofele. 
Gli impegni di Wellber per il 2017 alla Semperoper hanno incluso anche diverse opere di Mozart/Da Ponte nell’ambito delle giornate mozartiane: Così fan tutte, Le nozze di Figaro, e Don Giovanni. Nel gennaio 2017 Wellber ha diretto il Tannhäuser di Wagner a La Fenice di Venezia oltre ad altri concerti sinfonici tra i quali nel 2016 un concerto con la violinista Midori nel contesto di un tour europeo.

Dal 2010 al 2014 Wellber è stato direttore musicale al Palau de les Arts Reina Sofia di Valencia, dove ha condotto lavori sia orchestrali che operistici come l’ Eugene Onegin, del quale è stato pubblicato il DVD a cura di C Mayor. Ha condotto il trittico verdiano Rigoletto, La Traviata e Il Trovatore al Festival di Vienna, rispettivamente nel 2011, 2012, 2013. Nel 2011 Wellber ha debuttato alla Bayerischen Staatsoper con La Traviata e nel 2010 ha cominciato la sua collaborazione con la Semperoper dove ha condotto Daphne, Ariadne (Naxos), una versione concertistica del Guntram ed opere di altri compositori. Dal 2008 al 2010 Wellber ha assistito Daniel Barenboim sia alla Staatsoper Unter den Linden di Berlino e al Teatro alla Scala di Milano con la cui orchestra si è esibito in una performance di successo dell’ Aida di Verdi alla Israeli Opera. Nel 2010 Wellber ha diretto la Salome di Strauss al Saito Kinen Festival di Matsumoto come sostituto di Seiji Ozawa. Altre precedent apparizioni del giovane direttore includono il Teatro Massimo di Palermo, l’ Orchestre de Paris, la NDR Radiophilharmonie di Hannover, la hr-Sinfonieorchester di Francoforte, la Pechino Philharmonic Orchestra, la Filarmonica della Scala, un concerto al Maggio Musicale Fiorentino e la sua acclamata direzione dell’Aida all’Arena di Verona, registrata e pubblicata su DVD a cura di BelAir classiques.

Nonostante i numerosi impegni, Wellber continua a mantenere un legame molto forte con il suo paese natale, dirigendo spesso ensembles in Israele. Per più di dieci anni è stato regolarmente direttore ospite alla Israeli Opera dove ha condotto La Forza del Destino di Verdi, la Turandot e la Madama Butterfly di Puccini, L’Elisir d’Amore di Donizetti, il Flauto magico di Mozart, il Faust di Gounod, The Cunning Little Vixen di Janacek. Nel 2007 Wellber ha debuttato con la Israel Philharmonic Orchestra e, nel 2016, ha guidato l’ ensemble durante la sua residenza al Musik Festival di Dresda.

In Israele, Omer Meir Wellber mira a diffondere la musica come potente strumento di cambiamento sociale. Dal 2009 è stato direttore musicale della Raanana Symphonette Orchestra, fondata nel 1991 per assistere gli immigrati ebrei nella loro integrazione in Israele. E’ inoltre il fondatore e leader musicale di Sarab – Strings of Change.
Sarab, che in arabo significa “oasi”, porta l’educazione musicale ai bambini beduini nel Negev, uno dei luoghi più svantaggiati e discriminati della società israeliana. Attraverso questa iniziativa, Wellber lavora per cambiare la realtà sociale dei giovani beduini aiutandoli a trovare nuove prospettive, migliorando la collaborazione e la comunicazione con le comunità ebraiche. Wellber è inoltre ambasciatore di Save a Child’s Heart, un’organizzazione no-profit israeliana che fornisce assistenza medica per gravi malattie cardiache e collabora con varie istituzioni che, con programmi di sensibilizzazione, attraverso conferenze didattiche, promuove la nuova generazione di studenti in direzione d’orchestra.

Nel 2017 Omer Meir Wellber ha pubblicato il suo libro “La paura, il rischio e l’amore – Momenti con Mozart”, scritto in cooperazione con la giornalista tedesca Inge Kloepfer. Il libro esprime le riflessioni personali sulle emozioni universali presenti nella trilogia operistica Mozart/Da Ponte. La pubblicazione del libro fa parte di una serie di pubblicazioni multimediali: il DVD Mefistofele del 2016 (Unitel, 2017) registrato alla Munich Opera Festival con la Bayerischen Staatsoper; il DVD relativo alla performance in occasione del bicentenario dell’Aida all’Arena di Verona nel giugno 2013 (BelAir classiques, 2014); e il DVD Eugene Onegin (C Major, 2013) registrato nel 2011 durante il suo mandato al Palau de les Arts Reina Sofia.
Nato a Be’er Sheva nel 1981, Omer Meir Wellber comincia a studiare la fisarmonica e il pianoforte all’età di cinque anni. A nove prende lezioni di composizione con Tania Taler e continua, in seguito, sotto la guida di Michael Volpe fino al 2004. Nel 1999 si diploma al Conservatorio di Be’er Sheva e riceve una borsa di studio dall’America-Israel Cultural Foundation, grazie alla quale studia composizione e direzione d’orchestra alla Jerusalem Music Academy dal 2000 al 2008 con Eugene Zirlin e Mendi Rodan. Le composizioni di Wellber sono state eseguite e trasmesse sia in Israele che nel contesto internazionale.